Loading...

Guida all’Assicurazione casa eventi atmosferici

Assicurazione casa eventi atmosfericiSecondo una rilevazione Ipsos, il 51% degli Italiani è seriamente preoccupato dai mutamenti climatici degli ultimi venti anni, e l’89% ritiene che il tempo sia radicalmente cambiato.

Questo è un motivo in più questo per stipulare un’assicurazione casa eventi atmosferici.

I cambiamenti climatici

Non è un mistero che negli ultimi decenni le condizioni meteorologiche nel Mediterraneo siano notevolmente cambiate.

Il clima più o meno temperato e relativamente stabile di questa zona del pianeta, è stato sostituito progressivamente da condizioni meteo che assomigliano molto agli eventi di natura monsonica presenti in altre parti del pianeta.

Con tutti i rischi del caso, ovviamente, ivi compresi quelle di piogge torrenziali e allagamenti.

A tutto ciò si aggiunga che gli eventi naturali hanno messo a nudo anche gravi carenze urbanistiche e di pianificazione del territorio che aumentano e non di poco il rischio di cedimenti e danni strutturali alle abitazioni.

Diventa così naturale il fatto che assicurare il proprio immobile contro gli eventi atmosferici non può più essere considerato un mero atto precauzionale, ma una vera e propria necessità.

Le polizze casa ad hoc

Sovente non è sufficiente dotarsi di protezioni strutturali, vista la fragilità del territorio, ma bisogna ricorrere a vere e proprie polizze assicurative ad hoc.

Oltre alle polizze casa che riguardano furto, incidenti domestici e altro, si vanno facendo strada proprio le assicurazioni casa contro gli eventi atmosferici.

I danni risarcibili

Prima di rivolgerci alla nostra compagnia assicurativa di fiducia, o magari fare una ricerca su Internet, è bene sapere che di solito gli eventi calamitosi di origine meteorologica ricompresi nelle polizze italiane, sono i seguenti: pioggia violenta, grandine, ciclone, tromba d’aria, venti forti con annessi crolli e danni da cose trascinate, tempeste, bufere, neve.

In tutti questi casi, se c’è stato un danno da allagamento o bagnatura, il danno stesso è risarcito solo se la pioggia è penetrata attraverso fori, buche, crepe, brecce o lesioni varie prodotte sul tetto o nelle pareti, oppure ancora attraverso danneggiamenti causati ai serramenti. I quali ultimi, ovviamente, devono essere però in buone condizioni strutturali e di manutenzione.

Gli eventi non risarcibili

Gli eventi calamitosi normalmente esclusi dal risarcimento sono invece: maremoti, inondazioni, maree abnormemente alte, alluvioni, mareggiate, mutamenti della falda freatica, cedimenti del terreno, valanghe o slavine, bradisismo.

Ovviamente, queste sono indicazioni generali che valgono un po’ per tutte le polizze, ma è bene controllare i contratti per una nostra maggiore tranquillità.

Le zone a rischio

Ad esempio, se si vive in una zona a rischio alluvionale, è bene sì stipulare una polizza sul rischio, ma bisogna verificare con attenzione che fra gli eventi risarcibili ci sia proprio quello da alluvione. In ogni caso, però, il numero delle polizze casa eventi atmosferici va aumentando di anno in anno, e una cautela in più contro queste calamità incontrollabili in fondo non fa mai male.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Assicuratu.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons
Loading...