Loading...

Assicurazione furto e incendio: in quali casi si ottiene il rimborso?

Assicurazione furto e incendio in quali casi si ottiene il rimborsoSi parla sempre molto delle RCA Auto in generale e poco delle polizze accessorie, in particolare delle assicurazioni cosiddette furto e incendio.

Per questo noi abbiamo deciso di approfondire questo particolare aspetto. Quando si è in possesso anche di una polizza furto e incendio, in quali casi si ottiene il rimborso?

Le polizze accessorie

Esistono due categorie di assicurazione: un’obbligatoria RCA, ovvero la responsabilità civile per danni, e una non obbligatoria o facoltativa, che comprende tantissime fattispecie.

Tra le assicurazioni facoltative ricordiamo quella contro gli atti vandalici, quella per la copertura legale e, per l’appunto, quella per furto e incendio.

Di solito il costo del furto e incendio è abbastanza basso, tuttavia, in tempi di crisi come questi, più di una persona ha pensato di non rinnovare questi tipi di tutela, al fine di abbassare il premio assicurativo.

Ognuno ovviamente fa la sua scelta. Noi ci limitiamo a osservare che, soprattutto in funzione della zona in cui abitiamo, sovente l’assicurazione furto e incendio – polizze che si trovano sempre insieme – resta necessaria, a volte indispensabile.

Assicurazione furto

L’assicurazione per furto copre il furto stesso, con relativo risarcimento del danno, e di solito anche i danni derivanti dal tentativo di furto o di scasso non riusciti, che possono comportare anche la totale distruzione del veicolo.

Ma c’è una prima limitazione. L’assicurazione furto, mentre copre per intero il furto del veicolo o sue singole parti, non copre gli oggetti che si trovavano, al momento del furto, all’interno dell’automobile.

Se ad esempio avevamo lasciato nel portabagagli una valigetta, oppure una scatola con delle scarpe nuove, o peggio ancora la nostra ventiquattrore col computer, in quel caso non c’è la copertura assicurativa. Salvo che non abbiamo stipulato un’assicurazione a parte o integrativa, che copra anche questo tipo di sottrazioni, e sempre che ci siano compagnie disposte ad assicurare gli oggetti lasciati all’interno del veicolo.

Anche in caso di solo scasso dell’autovettura, che non è rubata, l’assicurazione furto non copre. Sia il premio assicurativo sia il risarcimento in caso di furto, sono calcolati in funzione del valore di mercato del veicolo nel momento in cui è stipulata l’assicurazione.

Questo valore può essere rivisto di volta in volta in caso di rinnovo della polizza ma è chiaro che, anno dopo anno, il valore tende a scendere.

Per quanto riguarda la scadenza delle polizze, la polizza RCA ha validità fino al momento del furto, e la quota parte di non fruizione fino alla scadenza va rimborsata dall’assicuratore. La polizza furto va invece pagata fino alla scadenza naturale, indipendentemente dal momento in cui è avvenuto il furto stesso.

Polizza Incendio

La polizza incendio è a tutela del veicolo in caso, per l’appunto, di incendio di varia origine, derivante dal motore o da scoppi o anche fulmini e quant’altro. Naturalmente l’incendio non deve essere doloso o comunque provocato da altri.

Il rimborso avverrà solo con riguardo al veicolo, non anche agli oggetti che erano all’interno del veicolo, secondo il ragionamento che abbiamo illustrato precedentemente col furto.

Vanno distinti i due casi della distruzione totale del veicolo e del danneggiamento parziale. Ovviamente nel secondo caso vanno rimborsate le sole parti danneggiate, operazione peraltro non sempre facile.

Volendo, si possono operare estensioni della polizza furto e incendio, anche agli atti vandalici e agli eventi atmosferici di grande rilievo.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Assicuratu.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons
Loading...