Loading...

Assicurazione: che cos’è la franchigia?

Assicurazione che cos’è la franchigiaQuando andiamo a stipulare un contratto di assicurazione, spesso si parla di franchigia e altrettanto spesso non si capisce cosa sia, se non in maniera generica o approssimativa.

Per questo motivo abbiamo deciso di dare una risposta, più o meno esaustiva, a quello che è diventato un un quesito ricorrente: che cos’è la franchigia?

La franchigia RC Auto

Giacché, come succede per molte clausole contrattuali, la franchigia è un istituto che ha una sua precisa collocazione in ambito giuridico e contrattuale, andiamo a vedere con più esattezza di cosa si tratta per essere meglio preparati in caso di incidenti o di un qualsiasi altro sinistro.

Parliamo ovviamente di franchigia RC Auto che, al momento, è l’unica che ci interessa. In questo settore il termine indica genericamente la quota parte del rimborso di un danno che resta a carico dell’assicurato.

La franchigia può essere indicata in due modi: inserendo un valore monetario in termini assoluti, ad esempio mille euro, oppure indicando un valore in termini percentuali, ad esempio il 5% del valore del danno. Nel primo caso, ovviamente, la somma è conosciuta, nel secondo è variabile in funzione dell’entità del danno.

Ma c’è un’altra suddivisione della quale bisogna tener conto, quella tra franchigia relativa e franchigia assoluta.

Franchigia relativa

La franchigia relativa è quella che, al di sotto di un dato valore, non presuppone nessun indennizzo. Facciamo un esempio. Se la franchigia relativa ammonta a 1500 euro, e il danno è di 1.000 euro, l’assicurazione non rimborserà nulla e l’intero ammontare sarà a carico dell’assicurato. Se il danno è però di 2000 euro, l’intera cifra dovrà essere rimborsata dalla compagnia di assicurazione.

Franchigia assoluta

Nel caso della franchigia assoluta, la cifra specificata dalla franchigia stessa dovrà essere corrisposta interamente dall’assicurato. Ad esempio, se la franchigia è di 500 euro e il danno è di 100, l’assicurato si caricherà tutti i 100 euro del danno. Se invece il danno è di 1000 euro, l’assicurato si caricherà solo i 500 euro, e il resto sarà a carico dell’assicurazione.

Vale la pena dire che il sistema delle franchigie assolute è quello di gran lunga più utilizzato dalle assicurazioni.

Comunque, sia in caso di franchigia relativa che di assoluta, l’assicurazione non corrisponderà nessuna cifra al di sotto della franchigia stessa.

Contratto e contenzioso

Diciamo quindi che, nell’ambito della RCA Auto il sistema della franchigia, quasi sempre presente nelle polizze, è una cosa da considerare con attenzione al pari di molte altre clausole contrattuali.

Il consiglio è di non essere mai superficiali e di andare a leggerci il contratto prima di firmarlo, cosa che tra l’altro fanno davvero poche persone. Ma almeno così si può stare abbastanza sicuri che si verifichino meno sorprese.

Il contenzioso sulla franchigia, sulla sua entità e sulla sua applicazione è in realtà in aumento, sia quello stragiudiziale sia quello giudiziale.

Vale a dire sia il contenzioso che si risolve con una transazione o con un accordo, sia quello che genera vere e proprie cause che, com’è noto, si sa sempre quando iniziamo e mai quando finiscono. Ecco che allora chiedere consiglio al nostro assicuratore di fiducia o leggersi bene il contratto prima di stipularlo, può essere anche noioso, ma non è mai un delitto. E i risultati si vedono col tempo.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Assicuratu.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons
Loading...