Loading...

Truffe alle assicurazioni: cosa si rischia?

truffe alle assicurazioniIngannare le compagnie assicurative costa caro, si può arrivare anche al carcere. Ecco tutti i rischi di chi si imbatte in situazioni poco chiare.

Le truffe comuni

Le truffe alle assicurazioni sono all’ordine del giorno. Si cerca di risparmiare su quello che viene considerato un costo, cercando di evitare i controlli o, peggio ancora, falsificando bolli e documenti. In alternativa, con complici, si cerca di ottenere illecitamente il premio della polizza, fingendo di aver subìto gravi danni per un incidente e provando così a ottenere un’entrata in più, ma indebita.

Più persone sono coinvolte nel giro, più la Giustizia può contare sul carcere. Ecco quali sono i rischi per chi tenta di prendere in giro la propria compagnia di assicurazioni.

Se giri con un bollo falsificato, sappi che i documenti falsi sono riconosciuti subito e che non te la caverai con la scusa del “Credevo fosse vero”. Prima di tutto, i nuovi strumenti in dotazione alle forze dell’ordine non hanno più bisogno del bollo, quindi se risulti senza assicurazione, dovrai pagarne le conseguenze (che possono comportare anche il sequestro del veicolo).

Gli agenti dovranno provvedere anche a procedere con le indagini, per capire come tu sia entrato in possesso del documento falso e se si tratta o meno di un caso isolato. Aprire le indagini significa, nei fatti, procedere alle vie legali e incorrere come minimo in spese legali in più.

Nelle truffe alle compagnie di assicurazioni, dove si cerca di sbarcare il lunario fingendo incidenti e danni, si parla di vere e proprie associazioni a delinquere finalizzate: oltre all’assicurato, infatti, devono esserci persone compiacenti, in grado di produrre falsi certificati medici o falsi controlli all’auto attestanti danni che in realtà non ci sono.

Con questi documenti, l’assicurato può chiedere il premio della polizza alla compagnia che, senza accorgersene, diventa oggetto della truffa. In questo caso, le pene possono variare da uno a più anni di carcere, in base al danno e al numero di persone truffate.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Assicuratu.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons
Loading...