Loading...

Truffa alle Assicurazioni: cosa si rischia?

frode assicurativaLa truffa alle assicurazioni è un business estremamente lucrativo che vede coinvolti non solo gli automobilisti, ma anche avvocati, medici e poliziotti compiacenti, spesso organizzati in bande criminali che fanno registrare affari da capogiro.

Per sgombrare subito il campo dal dubbio più importante, sottolineiamo che siamo in ambito penale, e che data la diffusione del fenomeno e l’allarme sociale ed economico sulla questione, lo stato italiano punisce severamente chi fosse coinvolto, direttamente o indirettamente, nell’organizzazione o nella messa in pratica di truffe assicurative.

Cosa dice il codice penale?

L’articolo di riferimento del Codice Penale della Repubblica Italiana è il 642, intitolato Fraudolento danneggiamento dei beni assicurati e mutilazione fraudolenta della propria persona”.

L’articolo indica che chiunque danneggi con frode un bene o una persona, allo scopo di conseguire un risarcimento dalla compagnia assicurativa, sia per egli stesso che per un’altra persona, è punito con la reclusione da 1 a 5 anni.

Si tratta di pene molto dure, che spesso, soprattutto se vedono il concorso di persone, ottengono dal giudice il massimo della pena, che è appunto di 5 anni.

Si tratta di una pena che porterebbe, per intenderci, in carcere anche chi è incensurato e sta commettendo il primo reato della sua vita.

Il record in Campania

Il triste fenomeno delle truffe assicurative è molto comune in Campania, dove si registra il numero più alto di casi del paese (circa 15.000 ogni anno). Nel complesso, in Italia, circa il 2% dei sinistri sono fraudolenti, per un giro d’affari che supera i 300 milioni di euro annui.

Un business molto lucrativo, motivo per il quale il codice penale interviene in modo così netto, stabilendo pene non solo per l’organizzatore principale della truffa, ma anche per chiunque vi abbia preso parte. 

Anche i testimoni fasulli sono a rischio

Il codice penale è particolarmente chiaro, e a suo rinforzo arriva anche una giurisprudenza netta: anche il testimone fasullo può essere accusato di frode assicurativa e può dunque essere processato e successivamente imprigionato alla stessa maniera dell’organizzatore principale della truffa.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Assicuratu.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons
Loading...