Loading...

RCA Bersani: tutto quello che c’è nel decreto

RCA Bersani tutto quello che c’è nel decretoOrmai sono passati sette anni dal famoso decreto RCA Bersani, ma ancora non se ne conoscono bene i contenuti, tanto che anche in Rete, sovente, troviamo domande e dibattiti che riguardano questa importante legge.

Per chiare un po’ le idee, noi abbiamo cercato di fare una sintesi di tutto quello che c’è nel decreto Bersani.

La liberalizzazione

In realtà forse lo scopo principale del decreto RCA Bersani era di dare un’ulteriore spinta al sistema delle liberalizzazioni anche nel mondo assicurativo, in modo da contribuire al ribasso dei premi assicurativi.

Diciamo che questi ribassi non si sono visti subito ma solo dopo qualche anno, e forse non in maniera così consistente come ci si aspettava.

Le nuove polizze

A proposito dei ribassi c’è da dire che non sono proprio un effetto diretto del decreto Bersani, quanto semmai di una maggiore articolazione della proposta assicurativa da parte delle compagnie, con modalità che prima erano quasi del tutto estranee al panorama assicurativo italiano.

Parliamo, ad esempio, delle assicurazioni a tempo o quelle a chilometro. E inoltre, comunque, restano grandi differenze fra i premi pagati al centro-nord e quelli pagati al sud. In quest’ultima zona d’Italia, purtroppo, le assicurazioni RCA costano ancora tanto, troppo.

Le principali novità

Ma ecco le principali novità introdotte dal decreto RCA Bersani, quelle che hanno reso comunque più fluido il rapporto fra utente e compagnie assicurative, nonché più in linea con le normative europee e più in generale internazionali. Il decreto legge Bersani sulla RCA è entrato in vigore il 3 Aprile 2007.

Risarcimento diretto

La più importante novità, e forse la più sostanziale, è stata quella del risarcimento diretto, che consente di essere indennizzati direttamente dalla nostra compagnia assicurativa, consentendo così, in generale, una notevole contrazione dei tempi per l’ottenimento del risarcimento stesso.

Attestato di rischio

Altra importante novità è quella dell’obbligo, da parte delle assicurazioni, di inviare il famoso attestato di rischio almeno trenta giorni prima della scadenza del contratto, il che agevola molto la possibilità da parte dell’utente, se lo desidera, di cambiare compagnia assicurativa, magari una che faccia dei prezzi migliori.

Copertura obbligatoria

Poi c’è la copertura assicurativa obbligatoria estesa a tutti i trasportati: l’assicurazione del conducente del veicolo, è sempre quella chiamata in causa anche in caso di danni ai passeggeri. Anche questa è una novità non da poco.

Bonus Malus

Poi ancora, si realizza una maggiore tutela dell’assicurato in ordine al cosiddetto meccanismo del Bonus Malus. Se prima l’assicurato non era per nulla garantito sulle variazioni in peggio della classe di merito, col decreto Bersani non si consentono variazioni se non è accertata l’eventuale reale responsabilità del conducente.

Sospensione della polizza

Altra cosa importante è che, contrariamente a quello che accadeva prima, se si sospende una polizza RCA per un certo periodo, oppure non si rinnova per non utilizzazione del mezzo, per l’eventuale nuova polizza vale comunque l’ultimo attestato di rischio rilasciato, invariato nei suoi termini, cioè con l’ultima classe di merito raggiunta. Questo vale per cinque anni.

Classe di merito

Da ultimo, se si vive con un familiare che ha una classe di merito più favorevole della nostra, si ha la possibilità di stipulare la polizza RCA fruendo di tale classe. Ma la condicio sine qua non è che il famigliare sia comunque convivente.

Queste sono le principali novità introdotte dal decreto Bersani sulla RCA. Tutto sommato una buona legge, anche se forse dal lato dei risvolti economici più favorevoli per l’assicurato, ci si aspettava di più.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Assicuratu.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons
Loading...