Loading...

Cosa succede in caso di danni maggiori del massimale

Cosa succede in caso di danni maggiori del massimaleQuando si stipula una polizza RC auto, l’assicurato è sempre coperto per una somma limite detta massimale che si stabilisce al momento della sottoscrizione del contratto.

Ma che cosa succede se il danno subito in un sinistro è maggiore del massimale stabilito?

Responsabilità Civile e massimale

La Responsabilità Civile Autoveicoli è un contratto che consente di vedere risarciti dalle assicurazioni dei danni conseguenti a un sinistro riguardante gli autoveicoli.

Nel nostro Paese la cosiddetta RCA è obbligatoria. Ovviamente stiamo parlando di responsabilità per colpa e non per dolo, e di fatti accidentali.

In questi casi l’assicurato è coperto da un massimale che è la soglia massima di risarcimento garantita dalla Compagnia per i danni provocati a terzi.

Oltre questo livello l’assicurato è tenuto a risarcire di tasca propria tutti i danni prodotti.

Quando il danno supera il massimale

Spesso si chiede che cosa succede nel caso in cui l’entità del danno superi questo massimale.

Si vuole sapere, cioè, quante possibilità ci sono di vedere risarcito dall’assicurazione l’ulteriore danno prodotto. La risposta è nessuna. 

L’assicurazione è obbligata fino alla concorrenza della somma massima risarcibile contrattualmente prevista.

Questo non vuol dire che, in teoria, non sia possibile stipulare un’assicurazione suppletiva o un’altra forma di garanzia per il risarcimento di danni superiori al massimale.

In realtà tale ipotesi difficilmente si concretizza: non è così facile trovare compagnie assicurative disponibili a risarcire i danni imprevisti, anche perché i costi sarebbero sicuramente molto rilevanti.

C’è comunque da dire che la materia dei risarcimenti minimi è stabilita per legge. In particolare, il riferimento è il decreto legislativo 6/11/07 n. 198 che recepisce la normativa europea, in questo caso la direttiva del Paramento europeo 2005/14/CE del 18 aprile 2005.

La previsione di questa normativa è la seguente:

  • in caso di danni alle cose: il massimale minimo è di 1.000.000,00 di euro per sinistro, senza tener conto del numero delle vittime
  • in caso di danni alle persone: il massimale minimo è di 5.000.000,00 di euro per sinistro, a prescindere dal numero delle vittime

In definitiva, tenuto conto dei massimali previsti dal contratto di assicurazione stipulato, che comunque accoglie gli obblighi dei massimali indicati dalla legge, si può essere risarciti per danno dovuto a colpa solo nei limiti del massimale previsto.

Nel caso in cui non si tratti di colpa ma di dolo, cioè di un danno volontario, la situazione si complica di molto e bisognerà mettere un avvocato per vedere tutelati i propri diritti.

Ovviamente, bisogna avere la piena consapevolezza che sia un giudizio penale sia una causa civile nel nostro Paese durano anni e anni, con tutto quello che ne consegue in termini di eventuali risarcimenti.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Assicuratu.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons
Loading...