Loading...

Confisca del mezzo per guida senza assicurazione: come comportarsi

Confisca del mezzo per guida senza assicurazione come comportarsiMai guidare un veicolo senza assicurazione, la legge italiana in merito è molto chiara.

Ma se malauguratamente, per un motivo qualsiasi che potrebbe anche essere una banale distrazione, la polizia ci sorprende alla guida senza assicurazione RCA e procede alla confisca del mezzo, come bisogna comportarsi?

Il sequestro cautelare

La norma del nuovo articolo 170 del Codice della Strada prescrive che chiunque circoli con un veicolo a motore non coperto da assicurazione, è punito con una sanzione amministrativa pecuniaria.

A questa può conseguire la sanzione accessoria della confisca del veicolo, per la cui applicazione si procede sempre al sequestro cautelare del veicolo.

Il sequestro cautelare cessa nel momento in cui si fornisce la prova dell’avvenuto pagamento della polizza esibendo l’apposito tagliando. E’ bene qui ricordare che, anche dopo la scadenza dell’assicurazione, di solito, salvo diversi accordi contrattuali, l’assicurazione opera i suoi effetti ancora per quindici giorni.

La confisca del mezzo

Una volta accertata la mancanza di copertura assicurativa, ovviamente qui ci si riferisce alla sola responsabilità civile, il veicolo è sequestrato e se non lo si assicura per almeno sei mesi e non si paga la prevista sanzione, si procederà alla confisca del bene.

E’ bene sapere pure che se si fa circolare un veicolo con assicurazione falsa o contraffatta, si applicano le stesse sanzioni amministrative, fatte salve le conseguenze penali del caso, naturalmente, che viaggeranno parallele a quelle amministrative.

In ogni caso, dicevamo, il veicolo circolante senza assicurazione, deve essere sequestrato, ai fini della confisca, da parte dell’agente accertatore, cioè quel pubblico ufficiale abilitato a dichiarare ed eseguire il sequestro stesso.

L’articolo 213 Codice della Strada prevede che il veicolo sequestrato debba essere affidato in custodia al proprietario del veicolo, oppure al conducente o altro obbligato in solido.

Nel caso in cui tutti si rifiutino di prendere in custodia il veicolo, lo stesso è trasportato presso un custode-acquirente che, entro dieci giorni dalla presa in consegna, può decidere di acquistarlo con le modalità previste dalla legge, se il proprietario si rifiuta di ritirarlo. Le spese di tutte queste operazioni sono ovviamente a carico del proprietario del veicolo sprovvisto di assicurazione.

Quando si confisca il mezzo

Il veicolo è confiscato:

  • se i documenti sono falsi o contraffatti
  • se entro sessanta giorni dalla contestazione non si paga la multa e non si assicura il veicolo.

Il dissequestro

Nel caso in cui questi adempimenti siano operati correttamente, l’organo di polizia stradale che ha disposto il sequestro deve dissequestrare il veicolo e restituirlo al proprietario.

Nel caso in cui il veicolo sia sprovvisto del certificato di assicurazione oppure questo non sia esposto in modo visibile, si applicano solo delle sanzioni pecuniarie minime, con l’obbligo di presentare il documento entro un determinato periodo.

Le norme

Queste sono le normative sulla confisca del mezzo, sul sequestro e sull’eventuale dissequestro. Tuttavia le norme citate sono solo una parte, e non riguardano tutti gli articoli del codice della strada, delle altre leggi di riferimento e del codice penale che potrebbero essere chiamate in causa.

Come al solito, anche di là dell’aridità delle normative, per non incorrere in errori gravi di interpretazione delle norme o ritardi negli adempimenti, è bene consultare un assicuratore o l’organo di polizia stradale competente, per farsi indicare le modalità di pagamento e dissequestro.

Ogni atto amministrativo deve contenere con chiarezza tutti i dati relativi anche a questi aspetti ma, si sa, a volte i dati stessi chiari non sono, oppure può capitare che una notifica si perda nei meandri di un ufficio postale. In questi frangenti siamo purtroppo tutti molto vulnerabili. Rivolgiamoci subito a chi ne sa di più di noi. L’interpretazione delle norme, lasciamola agli avvocati.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Assicuratu.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons
Loading...