Loading...

Come sospendere una assicurazione dopo l’estate

Come sospendere una assicurazione dopo l’estateNon è un mistero che, per risparmiare in questi tempi di crisi, ognuno di noi pensi per quanto possibile di agire sui costi dell’assicurazione, e una modalità sicura di risparmio è certamente quella di sospendere l’assicurazione dopo l’estate.

Sospendere l’assicurazione

Qualsiasi assicurazione si può sospendere anche in altri periodi dell’anno e non solo dopo l’estate.

Tuttavia è probabile che vogliamo usare la nostra auto, oppure una delle nostre vetture, solo per andare in vacanza.

Ragion per cui, approfondendo la questione, si scopre che è possibile, per periodi limitati di tempo e prefissati, sospendere il contratto della nostra assicurazione RC.

La formula della sospensione è ormai praticata e garantita da tutte le compagnie assicurative, anche quelle più piccole. Vediamo com’è possibile operare, e quali sono le tempistiche.

Come procedere

Essendo diritto dell’assicurato ottenere la sospensione, la procedura dovrebbe essere molto semplice, ma in realtà bisogna che ci muoviamo con accortezza e correttezza per sospendere l’assicurazione dopo l’estate nei tempi più brevi possibili.

Se non vogliamo recarci presso gli uffici della compagnia, possiamo inviare un fax o una raccomandata con ricevuta di ritorno, per iniziare la procedura. Alcune compagnie accettano anche email ma, quando è possibile,  è molto meglio usare la posta certificata. A tal proposito è bene fare una telefonata alla compagnia per saperne di più.

I dati necessari

Nella comunicazione, per agevolare il compito della nostra compagnia assicurativa, avremo cura di inserire gli elementi essenziali della polizza in corso, ivi comprese le generalità del contraente, il numero di targa del veicolo e, se possibile, anche il numero di polizza con relativa scadenza.

Nella comunicazione medesima, è opportuno anche scrivere che si è a conoscenza del fatto che durante il periodo di sospensione contrattuale è assolutamente vietato circolare col veicolo in questione.

Si resta, quindi, in attesa della convocazione da parte dell’assicurazione per la consegna del tagliando ed, eventualmente, della carta verde per circolare all’estero. Bisogna, a questo proposito, informarsi se la trasmissione di questa documentazione può anche essere fatta scansionandola e inviandola tramite mail, con le modalità e le forme previste dalla legge per questo tipo di documenti.

I tempi

La sospensione della polizza va da tre mesi a un anno, e per la gran parte delle assicurazioni la condizione è che la polizza stessa abbia solo tre mesi di validità residua.

Pur se pare superfluo rammentarlo, bisogna confermare non solo che durante il periodo di sospensione il veicolo non può essere utilizzato, ma che non va nemmeno parcheggiato in aree pubbliche. La multa per le relative violazioni è molto salata, a partire dalla sanzione di circa 700 euro.

Da ultimo, bisogna dire che il contratto di assicurazione non può essere sospeso qualora il veicolo in questione sia in leasing o in finanziamento.

Che cosa sapere

Ovviamente, su tutti questi e altri aspetti, è bene informarsi più dettagliatamente in rete, o facendo la solita telefonata al nostro assicuratore di fiducia. Questo vale anche per sapere, ad esempio, se si può mantenere la sola assicurazione incendio e furto sospendendo quella sulla responsabilità civile. Anche se non è facile mantenere questa modalità, alcune compagnie potrebbero essere interessate alla proposta.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Assicuratu.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons
Loading...