Loading...

Come fare una RCA a rate

Come fare una RCA a rateFortunatamente la rigidità dell’universo assicurativo negli ultimi anni è venuta meno, perciò oggi è possibile stipulare una polizza RCA anche a rate. Vediamo insieme come fare.

L’assicurazione RCA a rate

I contratti tipici che vedevano quasi tutte le compagnie assicurative adottare le stesse metodologie contrattuali, nonché prezzi molto simili se non identici, hanno lasciato il posto a una differenziazione di proposte notevole.

E bisogna dire che questo alla fine è stato un vantaggio per l’assicurato che, grazie anche a Internet, ha avuto la possibilità di scegliere le proposte migliori, o comunque quelle che si confacevano di più alle proprie esigenze.

La rateizzazione

La possibilità di fare una RCA a rate, rientra nel novero di quelle soluzioni particolari che certamente prima non esistevano. Come regola queste assicurazioni si pagavano annualmente, o al massimo con cadenza semestrale.

Adesso, vista la crisi economica in atto, e per la necessità di uniformarsi il più possibile alle normative e alle metodologie europee, le compagnie adottano anche il sistema della rateizzazione, che assomiglia in definitiva molto a un prestito personale.

Questo vuol dire che le rate diventano mensili e che, ovviamente, sopra bisogna calcolarci gli interessi, anche se non sempre. Nella stragrande maggioranza dei casi quindi, per fare una RCA a rate, il nostro interlocutore per i pagamenti non sarà più la compagnia assicurativa, ma un istituto finanziatore.

Le compagnie

Il primo problema che si pone è quello di individuare la compagnia assicurativa che opera le RCA a rate. Ce ne sono molte in rete: Genertel, Unipol, Direct Line, Allianz Ras, Intesa San Paolo, Group One, Milano Assicurazioni, e chi più ne ha più ne metta.

Costi e tassi di interesse

Il secondo problema è, molto semplicemente, di cercare fra le tante assicurazioni quella che fa i tassi di interesse migliori. Alcune compagnie propongono Tan e Taeg a tasso zero, ma bisogna sempre fare ricorso a una simulazione per capire se, alla fine, la rateizzazione è comunque conveniente.

Mediamente, sull’anno assicurativo, le proposte di rateizzazione vanno dai dieci ai dodici mesi. A volte sono calcolati dei costi aggiuntivi che vanno a compensare il tasso di interesse zero.

Altre possibilità di risparmio

Se dovessimo dare una valutazione a carattere generale, diremmo che comunque, casi particolari a parte, per chi dispone di una o più entrate mensili più o meno fisse, il sistema della rateizzazione è conveniente.

Ma naturalmente, per chi è fortemente intenzionato a risparmiare, esistono altre possibilità che vanno considerate, come l’assicurazione cosiddetta a chilometro, o l’assicurazione temporanea, cioè per periodi di tempo inferiori a un anno. Esiste anche la possibilità di avvalersi di quei contratti RCA che danno la possibilità di sospendere i contratti stessi, per poi riattivarli.

Insomma, come dicevamo all’inizio, ora le scelte sono molteplici e tutte interessanti. Armiamoci di buona volontà, accendiamo il computer e verifichiamo online quelle che fanno al caso nostro.

In alternativa, se siamo più tradizionalisti, telefoniamo al nostro assicuratore di fiducia, facendogli sapere che siamo a conoscenza di tutte queste possibilità alternative. Ci sono buone probabilità che il nostro agente riesca a trovare la soluzione più adatta alla nostra tranquillità e alle nostre tasche.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Assicuratu.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons
Loading...