Loading...

Come fare la disdetta RCA

Come fare la disdetta RCANell’ambito delle novità assicurative degli ultimi anni, ce ne sono alcune che riguardano la disdetta RCA. Ecco come fare.

La disdetta RCA

Il problema delle disdetta dell’assicurazione e del relativo rinnovo della polizza RCA, in realtà è sempre stata una questione spinosa.

A molti di noi, per esempio, sarà capitato, magari per negligenza o per pigrizia, di voler dare disdetta negli anni passati a una polizza RCA nel tempo utile previsto dal contratto.

Magari avevamo deciso tempo prima di cambiare assicurazione, e non abbiamo potuto farlo in quanto il contratto si è rinnovato automaticamente. E abbiamo dovuto, purtroppo, sorbirci per un altro anno quella compagnia assicurativa che non ci convinceva più come assistenza o semplicemente come prezzi.

Il tacito rinnovo

In verità il rigidissimo sistema delle assicurazioni in Italia, negli ultimi anni è considerevolmente cambiato. Almeno parzialmente, e almeno con riguardo alle normative e alla contrattualistica, la liberalizzazione del mercato ha prodotto qualche buon effetto. Premi assicurativi, a parte, ovviamente.

Per esempio, come accennavamo inizialmente, se non si dava disdetta al contratto RCA almeno quindici giorni prima della scadenza, il rapporto si rinnovava automaticamente su quasi tutti i contratti. E la disdetta doveva avvenire con le formalità previste dalla legge; in questi casi, generalmente, con lettera raccomandata con ricevuta di ritorno.

Inoltre c’è stato un periodo, più o meno transitorio, durante il quale questo sistema era ancora in vigore con le assicurazioni cartacee tradizionali, ma non anche con quelle online, dove comunque il sistema del tacito rinnovo non esisteva più.

Come fare la disdetta

Dal primo gennaio 2013, il tacito rinnovo non vale più per nessun tipo di assicurazione RCA, né quelle tradizionali, né quelle telefoniche oppure online. Ragion per cui riceveremo, in costanza di scadenza, una semplice comunicazione da parte dell’assicurazione che ci invita a rinnovare il contratto. Nel caso in cui non lo facessimo con la stessa assicurazione, da un punto di vista legale non succederà niente.

Avremo solo cura, ovviamente, di cambiare assicurazione adattandola alle nostre esigenze sia contrattuali sia patrimoniali. Ovviamente, ricordando sempre che nel nostro Paese, ai fini della circolazione di un veicolo a motore, l’assicurazione RCA è obbligatoria. Dovremo solo stabilire o concordare le modalità della nuova polizza, che magari potrà essere, se lo desideriamo, anche una polizza a tempo o una polizza a chilometri.

Verifica dei contratti

E’ bene rammentare che l’abolizione del sistema del tacito rinnovo nelle polizze, riguarda solo la polizza RCA e le clausole accessorie, non anche automaticamente quelle condizioni assicurative che se ne differenziano, ad esempio la protezione contro imprevisti o la tutela legale.

E’ bene quindi andare a verificare con meticolosità se abbiamo stabilito clausole o condizioni nei contratti di assicurazione che continuano a essere in vigore anche indipendentemente dalla scadenza della polizza RCA in senso stretto.

I dubbi

Se abbiamo dei dubbi in materia, facciamoci assistere senza pregiudizi o remore da qualcuno del mestiere che ne sa più di noi. Nel caso si scoprisse l’esistenza di condizioni o clausole assicurative di questo tipo, bisognerà inviare formale disdetta all’assicurazione nei tempi contrattualmente previsti prima della scadenza, che di solito vanno da un minimo di quindici giorni a un massimo di sessanta.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Assicuratu.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons
Loading...