Loading...

Che cos’è la franchigia assicurativa e come funziona

franchigia-percentualeLa franchigia è una delle clausole più interessanti che possiamo trovare in un contratto di assicurazione. Si tratta di una percentuale di denaro che l’assicurato corrisponderà in caso di sinistro.

Non hai capito niente del burocratese? Neanche io all’inizio. Con qualche esempio però dovremmo riuscire a cavarcela..

Vediamo di tradurre in italiano corrente quello che dicono le migliaia di siti e guide sulle assicurazioni, con l’obiettivo di vederci più chiaro. Quando si stipula una assicurazione infatti è sempre bene fare attenzione alle clausole limitative,  e tra queste è sicuramente la franchigia quella più pericolosa per un assicurato.

Che cos’è la franchigia assoluta?

La franchigia, generalmente stimata in percentuale, è una parte del risarcimento che sarà sempre a carico dell’assicurato, e mai dell’assicurazione.

Mario ha un contratto di assicurazione con Assicurazioni Rocca Spelonca. Non è un guidatore molto prudente, e urta una Vespa 50cc in retromarcia. La Vespa riporta danni per 600€.

Il contratto di assicurazione tra Mario e Assicurazioni Rocca Spelonca riporta una franchigia assoluta del 10%.

Mario dovrà sborsare il 10% di 600€, ovvero 60€.

Questo nel caso in cui si tratti di franchigia assoluta.

E la franchigia relativa?

La franchigia relativa non fissa soltanto una percentuale, ma anche un limite entro il quale sarà operativa.

Immaginiamo che Mario, dopo aver capito che la franchigia assoluta è una fregatura, abbia deciso di cambiare contratto assicurativo, passando ad uno che include una franchigia relativa del 10% fino a 3.000€.

Mario nel frattempo non è diventato un guidatore più attento, e urta di nuovo una Vespa 50cc mentre cerca di parcheggiare.

I danni riportati dalla Vespa ammontano a 800€, somma inferiore rispetto al limite di franchigia stabilito tra Mario e il suo assicuratore. Mario in questo caso non sborserà un euro.

Nel caso in cui la Vespa avesse però riportato danni per 4.000€, Mario avrebbe dovuto pagare 400€, ovvero il 10% del danno totale, in quanto l’ammontare del danno è superiore al limite di franchigia.

Quale conviene?

Converrebbe ovviamente una assicurazione senza franchigia. Nel caso in cui non fosse possibile, è sempre meglio scegliere una franchigia relativa (con un limite possibilmente alto) rispetto ad una franchigia assoluta.

Ovviamente le assicurazioni con limiti molto alti di franchigia o che addirittura non la riportano sono molto più costose, e starà a voi decidere quella che più vi conviene.

Chi è responsabile del pagamento?

L’assicurazione è sempre responsabile verso i terzi che vengono danneggiati. Starà poi a Mario rimborsare l’assicurazione. Anche nel caso in cui vi abbia urtato qualcuno con una franchigia assoluta non dovete preoccuparvi, l’assicurazione dovrà pagarvi e poi vedersela con chi vi ha urtato.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Assicuratu.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons
Loading...