Loading...

Assicurazione sulla vita: può essere pignorata?

Assicurazione sulla vita può essere pignorataStipulare una polizza sulla vita, spesso, non è solo un investimento economico ma quasi un atto d’amore nei confronti delle persone care.

Stipulata a scopo previdenziale per garantirsi una vecchiaia serena, questo tipo di assicurazione permette anche di garantire un futuro tranquillo ai beneficiari nel caso di prematura scomparsa del contraente.

Ma una polizza vita può essere pignorata? Vediamo cosa dice in merito la legge.

Le polizze vita sono pignorabili?

La legge in merito è molto chiara: le polizze vita sono insequestrabili e impignorabili.

Nello specifico la legge spiega che le somme dovute dall’assicuratore al contraente o al beneficiario, non possono essere sottoposte ad azione esecutiva o cautelare. Sono salve, rispetto ai premi pagati, le disposizioni inerenti alla revoca degli atti compiuti in pregiudizio dei creditori e quelle relative alla collazione, all’imputazione e alla riduzione delle donazioni.

Perché le polizze vita sono impignorabili

Secondo la legge l’assicurazione sulla vita è stipulata con un obiettivo ben preciso legato alla previdenza.

La previdenza a sua volta è legata ai bisogni che possono insorgere in età avanzata o alla morte prematura di chi percepisce un reddito atto a soddisfare anche i bisogni di terzi. Ed è il valore di questa previdenza che la legge intende tutelare.

I principi della norma

L’attuale disciplina giuridica italiana non consente il sequestro delle polizze vita. I principi della norma sanciscono, infatti, che il sequestro è una misura preventiva e cautelare utilizzata per la conservazione dei beni del debitore a favore del creditore.

L’impignorabilità delle polizze riguarda anche il fallimento. Per questa ragione, il fallimento del beneficiario della polizza non comporta la risoluzione del contratto di assicurazione sulla vita che è stato stipulato dal fallito stesso.

Un ulteriore aspetto concerne il riscatto: dal momento che le somme dovute dall’assicurazione non si possono imputare al fallimento, il curatore non può agire verso l’assicuratore per conseguire il valore di riscatto della polizza di assicurazione.

I limiti dell’impignorabilità

La tutela contro sequestri e pignoramenti non vale nel campo penale. La Corte di Cassazione ha chiarito che l’impignorabilità riguarda esclusivamente la garanzia patrimoniale a fronte delle responsabilità civili e non la responsabilità penale, nel cui ambito ricade il sequestro preventivo e, in caso di condanna penale, la confisca dei beni.

Peraltro, il divieto di pignorabilità, decade una volta che le somme dovute dall’assicurazione entrano a far parte del patrimonio del beneficiario. Questo vuol dire che se la somma è ancora nella disponibilità dell’assicurazione, non può essere pignorata. Se invece è già stata trasferita al beneficiario, la somma stessa può essere sottoposta a pignoramento.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Assicuratu.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons
Loading...