Loading...

Assicurazione sanitaria integrativa: una mini guida

Assicurazione sanitaria integrativa una mini guidaL’assicurazione sanitaria integrativa è una particolare polizza che si stipula per proteggere la salute dell’assicurato e dei suoi familiari.

Si tratta di una formula assicurativa che offre una serie di prestazioni sanitarie molto utili in caso di infortuni o malattie. Diamo uno sguardo più da vicino a questo particolare tipo di polizza.

Un approccio alla materia

Nel mare magnum confusionale della legislazione italiana, la sanità non fa eccezione soprattutto perché non esiste un Testo Unico delle leggi in materia.

Esiste invece una serie infinita di leggi nazionali, decreti ministeriali, leggi regionali e quant’altro che rendono quasi impossibile districarsi correttamente nella materia.

Comunque la materia dei fondi integrativi ha come ancoraggio di base il decreto legislativo 421 del 1992, il quale si occupa del riordino della disciplina in materia sanitaria. Secondo questa normativa di base, furono individuati tre percorsi:

  • la sanità pubblica, per tutti e su basi egualitarie e solidali
  • la sanità collettiva integrativa, cioè la mutualità volontaria
  • la sanità individuale, fondata sostanzialmente sulle polizze assicurative.
  • l’assistenza sanitaria integrativa

Per quel che riguarda l’assistenza sanitaria integrativa, cioè i fondi sanitari integrativi, la finalità è di favorire l’erogazione di forme di assistenza rispetto alle classiche fornite dal sistema nazionale.

I relativi contributi, che possono essere versati dal datore di lavoro o dal lavoratore, fiscalmente parlando non concorrono alla formazione del reddito.

I contributi vanno versati a Enti o Casse che hanno esclusivamente fini assistenziali e sono iscritti all’anagrafe dei fondi integrativi. Le principali aree di coperture di questi fondi sono:

  • le prestazioni erogate da liberi professionisti che non sono comprese nei normali livelli essenziali di assistenza
  • le cure termali
  • le prestazioni domiciliari
  • gli ausili oppure i dispositivi necessari per le disabilità temporanee
  • le prestazioni di assistenza medica odontoiatrica

Tutte queste situazioni non sono comprese nei livelli essenziali di assistenza erogati.
La vigilanza è assicurata direttamente dal Ministero per la Salute, ed è operata attraverso l’Anagrafe dei fondi integrativi e l’Osservatorio dei fondi integrativi.

Le fonti normative di riferimento

Le principali fonti normative di riferimento sono:

  • Decreto Legislativo 502/92
  • Decreto n° 31 di Marzo 2008
  • Decreto n° 27 di ottobre 2009

Per avere informazioni più dettagliate, ma anche immediate, sull’assicurazione sanitaria integrativa, è utile consultare il sito ufficiale del Ministero della Salute. In alternativa, se siete dei dipendenti, potete rivolgervi al vostro datore di lavoro o direttamente a un sindacato.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Assicuratu.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons
Loading...