Loading...

Assicurazione per 1 giorno: guida completa

Assicurazione per un giorno guida completaDi solito i contratti assicurativi hanno la durata di un anno, ma per venire incontro agli automobilisti che usano poco l’auto, le compagnie di assicurazione hanno predisposto le polizze temporanee.

Appartiene a questa categoria anche l’assicurazione per un giorno la quale, per alcune esigenze particolari, può rivelarsi davvero utile. Ecco che cos’è e come funziona.

Assicurazione temporanea

Il settore assicurativo è in continua evoluzione, cambia e si adegua alle esigenze degli utenti.

L’assicurazione RCA, che com’è noto è obbligatoria, oggi è diventata un onere gravoso per le famiglie perciò le compagnie si adoperano per alleggerire, in qualche modo questo peso.

Nascono così le assicurazioni temporanee, giornaliere e a chilometro.

Nello specifico, l’assicurazione temporanea, conosciuta anche come polizza a tempo, negli ultimi tempi è diventata la formula più utilizzata dagli italiani perché permette di pagare il premio assicurativo solo per determinati periodi o, addirittura qualche giorno.

In pratica si può sottoscrivere un contatto assicurativo per un intervallo abbastanza breve come quello di una mini vacanza o di un fine settimana. Va da sé che con questa assicurazione si risparmia moltissimo.

Di solito l’assicurazione temporanea è molto apprezzata soprattutto dai motociclisti che usano di rado la due ruote, soprattutto, nei mesi più freddi.

A chi conviene

L’assicurazione temporanea conviene non solo a chi usa il proprio mezzo solo in determinati periodi dell’anno, ma anche a chi:

  • possiede due veicoli e, di solito, ne utilizza quotidianamente solo uno
  • vende, o acquista, un veicolo e vuole assicurarlo solo il periodo di consegna o di ritiro
  • deve portare il proprio mezzo in un centro di rottamazione

Assicurazione per un giorno

Una polizza RCA giornaliera è una forma di assicurazione temporanea che consente di stipulare una polizza anche solo per un giorno. Il costo di questa polizza è a discrezione delle varie assicurazioni.

Come ottenerla

Per stipulare un’assicurazione giornaliera ci si può recare personalmente a una compagnia assicurativa che propone questo tipo di polizza e versare la quota richiesta per attivare la polizza.

Alcune compagnie offrono anche un servizio telefonico mediante il quale si può attivare l’assicurazione. In questi casi bisogna chiamare l’assicurazione il giorno prima della validità della copertura. Se, per esempio, vogliamo assicurare l’auto solo per il giorno dieci dicembre, bisogna prendere contatto con l’assicurazione il nove.

Bonus Malus

L’assicurazione per un giorno, come tutte le assicurazioni temporanee, non prevede la formula Bonus Malus. Questo significa che chi stipula questo tipo di polizza avrà la classe di merito più alta e, cosa ben più importante, perde il diritto a mantenere la classe di merito che ha acquisito nel corso degli anni. Chi ha una classe di merito bassa, dunque, deve pensarci bene prima di stipulare un’assicurazione temporanea.

Il risarcimento

Nel periodo non coperto dall’assicurazione giornaliera, il risarcimento dei danni causati a terzi è a carico operato dalla compagnia assicurativa che, comunque, ha il diritto di rivalsa nei confronti dell’assicurato al quale è chiesto di pagare preventivamente una franchigia.

La franchigia

L’assicurazione auto giornaliera assicura la stessa copertura di una comune polizza RCA. Attenzione però alla franchigia perché, per i giorni in cui il mezzo sta fermo, queste polizze chiedono cifre molto alte.

Quando si stipula una polizza temporanea, la compagnia chiede al contraente di pagare un premio assicurativo base.

Dietro il pagamento di questo premio l’assicurato riceve il certificato dell’assicurazione e l’apposito contrassegno da esibire sul parabrezza. Nel contratto è anche indicata la franchigia, ossia la quota parte a carico dell’assicurato in caso di danni provocati a terzi. Ebbene per questi particolari contratti la franchigia, di solito, si aggira intorno ai 5000 euro.

Per evitare di pagare una somma così alta, si può chiedere all’assicurazione l’attivazione della copertura totale solo per i giorni esatti in cui si utilizza la vettura.

Ovviamente, tale comunicazione è difficile che si riesca a fare al momento della stipula del contratto perché non sempre si sa con esattezza il giorno e l’ora in cui si esce con l’auto.

In genere, la compagnia deve essere contattata ventiquattro ore prima dell’utilizzo dell’auto. Quando l’auto si rimette di nuovo a riposo, si richiama l’assicurazione per disdire la copertura totale.

Auto e moto d’epoca

I proprietari di veicoli dichiarati d’epoca usufruiscono di molte agevolazioni non solo a livello legislativo e fiscale, ma anche a livello assicurativo.

Intanto i costi dei premi assicurativi dei veicoli storici sono, comunque, molto bassi. In genere l’assicurazione per un veicolo d’epoca va da un minimo di 100 a un massimo di 200 euro l’anno. E poi per questi veicoli molte compagnie di assicurazione offrono dei pacchetti davvero vantaggiosi.

Inoltre molte compagnie che trattano le assicurazioni per auto e moto d’epoca, consentono di stipulare polizze che coprono il veicolo solo per la durata di un raduno o di altre manifestazioni simili. Perciò gli amanti delle auto vintage possono stipulare, a prezzi davvero economici, assicurazioni temporanee della durata anche di un giorno.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Assicuratu.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons
Loading...