Loading...

Assicurazione contro gli agenti atmosferici: quali sono coperti?

Assicurazione contro gli agenti atmosferici quali sono copertiNegli ultimi decenni anche nel nostro Paese il clima è cambiato considerevolmente tanto che, sempre più spesso, si verificano fenomeni meteorologici catastrofici.

Ecco perché un’assicurazione contro gli agenti atmosferici diventa sempre più necessaria. Vediamo nello specifico quali eventi atmosferici calamitosi sono coperti.

Le variazioni climatiche

Agli ordinari eventi climatici che per secoli, forse millenni, si sono susseguiti in questo tratto di Mediterraneo, se ne sono sovrapposti altri negli ultimi lustri con caratteristiche decisamente più tropicali.

Non si tratta di variazioni delle temperature, quanto di eventi improvvisi e distruttivi, limitati nel tempo, ma di forte energia, che si abbattono sempre più frequentemente sulla nostra penisola. Si tratta delle cosiddette bombe d’acqua, oppure di fortissime grandinate, o ancora trombe d’aria che, più che nel Bel Paese, ci fanno ricordare i Tropici.

Una polizza per tutelarsi

Molti stanno cominciando a domandarsi con insistenza che cosa si può fare per proteggersi dai danni provocati dagli agenti atmosferici, specialmente quando non si ha un ricovero adeguato per la nostra autovettura, il nostro furgone o la nostra moto. In questo senso la soluzione c’è, eccome.

L’assicurazione contro gli agenti atmosferici

Seppur non diffusissima, la prassi di assicurarsi contro gli eventi atmosferici sta cominciando gradualmente a prendere piede. E questo accade anche indipendentemente dalla crisi economica in atto che, in linea di massima, tende a farci risparmiare un po’ su tutto, assicurazioni comprese.

E’ evidente che queste sono assicurazioni accessorie, non obbligatorie per legge come la ben nota RCA, l’assicurazione per la cosiddetta responsabilità civile a tutela dei danni cagionati a terzi.

Ma ormai quasi tutte le compagnie assicurative offrono pacchetti che ricomprendono anche le assicurazioni contro gli eventi atmosferici, cioè quegli episodi meteorologici calamitosi che possono provocare dei danni, diretti o indiretti, alle nostre autovetture o motocicli.

Gli eventi

Gli eventi meteorologici calamitosi solitamente riguardano tempeste, uragani, bufere, slavine, frane, grandinate, tifoni, mareggiate e altri eventi simili che, per portata e per potenza, sono in grado di arrecare danni, anche consistenti, a persone e cose, ivi compresi i veicoli. Anche ghiaccio e neve sono di solito compresi in questo elenco abbastanza ampio.

Le zone a rischio

Una particolare attenzione va dedicata peraltro a quelle zone italiane in cui il rischio esondazioni, inondazioni o frane, è maggiore. Questi eventi calamitosi, purtroppo, sono sempre meno rari, anche a causa degli scriteriati comportamenti umani, dal momento che spesso si è costruito in maniera selvaggia e senza alcun ritegno o regola di carattere urbanistico.

Quante volte in televisione abbiamo visto le immagini delle macchine che erano trascinate via per strada da un’improvvisa inondazione. Questi sono i casi tipici nei quali l’assicurazione contro gli agenti atmosferici diviene non solo importante, ma quasi necessaria.

I danni coperti

L’assicurazione, in questi casi, risarcirà i danni provocati alla nostra autovettura, ma anche, eventualmente, la sua completa distruzione. Tutto ciò sarà fatto tenendo conto naturalmente del valore commerciale dell’auto nel momento in cui si è verificato l’evento. Il parametro di riferimento per il valore commerciale è quello solito indicato dalle riviste di settore, come Eurotax o Quattroruote.

La richiesta

Nel presentare la richiesta di risarcimento, oltre a mostrare i danni avvenuti alla vettura o moto che sia, bisognerà in qualche maniera fornire prova o documentazione della calamità naturale avvenuta, e ciò è possibile facendo riferimento alle rilevazioni dell’Osservatorio meteorologico più vicino al luogo della calamità.

In assenza, si avrà cura di svolgere denuncia presso l’autorità di Pubblica Sicurezza, per rafforzare il nesso causa-effetto fra la calamità naturale e i danni cagionati alla propria autovettura o altro mezzo assicurato.

Ma è bene, comunque, andare a vedere le clausole riguardanti la richiesta di risarcimento, in ordine alla documentazione da produrre di volta in volta. E se ancora abbiamo dei dubbi, alziamo il telefono e facciamoci spiegare direttamente dalla compagnia assicuratrice in questione come si fa.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Assicuratu.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons
Loading...