Loading...

Assicurazione: chi può guidare la macchina?

Assicurazione chi può guidare la macchinaQuando si stipula una polizza RC Auto, bisogna prestare sempre molta attenzione perché è in quel momento che si decide tutto.

E’ nel contratto che si trovano costi, limitazioni e permessi.

Ed è tra le varie clausole che troviamo indicato anche chi può guidare la macchina che si sta assicurando.

La Responsabilità Civile Auto

In Italia ogni cittadino che ha compiuto i diciotto anni di età che si trova in possesso dei requisiti psico-fisici e morali stabiliti dal Codice della strada, può guidare un’auto.

Anche la Responsabilità Civile Auto, RCA o RC, è prevista dal Codice della strada. Questa è l’unica copertura obbligatoria per i veicoli a motore circolanti sulle nostre strade.

Una polizza RCA serve a risarcire eventuali danni provocati a terzi o cose. Il conducente non è coperto da RCA, mentre lo sono i passeggeri trasportati.

Ciò significa che i danni sofferti dalla persona assicurata non sono coperti dalla polizza di responsabilità civile.

Inoltre non sono coperti i coniugi, i conviventi, i parenti in linea diretta sia ascendente sia discendente e nemmeno i parenti fino al terzo.

Tutto questo vale, ovviamente, per gli incidenti causati con colpa. Per quelli causati da altre persone, interviene la compagnia assicurativa della controparte, oppure, con le norme del risarcimento diretto.

Chi può guidare l’auto

La guida libera

Una polizza per la copertura verso terzi prevede tutta una serie di soggetti che ne sono tutelati quando sono alla guida del veicolo assicurato.

Si parla di guida libera quando tutti possono guidare il veicolo assicurato. In questo caso la copertura assicurativa sarà sempre valida a prescindere da chi tiene in mano il volante.

In questo caso, però, il premio rischia di essere particolarmente alto. Questo perché più sono le persone abilitate alla guida del veicolo, e più aumenta il rischio di incidente.

In ogni caso molte assicurazioni offrono formule intermedie a costi più o meno ragionevoli che permettono di estendere la copertura assicurativa a tutti i componenti del nucleo familiare.

La guida esclusiva

Il premio assicurativo diminuisce notevolmente nel caso della guida esclusiva, quando cioè solo al contraente è concesso di guidare il veicolo poiché la polizza assicurativa vale solo per lui.

In Italia circa 2,5 milioni di automobilisti hanno scelto di inserire l’opzione di esclusività. Una scelta fatta essenzialmente per risparmiare sulla polizza.

Tutti possono sottoscrivere una polizza con la clausola di guida esclusiva. Questo tipo di assicurazione, però, è consigliabile solo a chi fa veramente un uso esclusivo del veicolo.

Infatti, nel caso in cui alla guida dell’auto coinvolta in un sinistro ci sia un conducente differente dall’intestatario del RCA, sia il conducente sia il contraente della polizza potrebbero ritrovarsi in guai seri.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Assicuratu.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons
Loading...