Loading...

Assicurazione auto a noleggio: cosa succede se si superano i massimali di danno?

Assicurazione auto a noleggio cosa succede se si superano i massimali di dannoQuando si noleggia un’auto, la regola primaria è informarsi su cosa andrà a coprire la polizza RC in caso di sinistro stradale.

Ogni assicurazione, inoltre, ha massimali e franchigie differenti, perciò leggere attentamente tra le righe del contratto, è fondamentale per non imbattersi in sgradite sorprese.

Franchigia e massimale

Non si può parlare delle assicurazioni proposte dagli autonoleggiatori, senza chiarire bene due concetti basilari per ogni polizza assicurativa: franchigia e massimale.

La franchigia

La franchigia è l’importo che, in caso di sinistro, rimane a carico del noleggiante perché non coperto dall’assicurazione.

In sostanza, in caso sinistro la franchigia deve essere sempre pagata. L’importo varia da un noleggiatore all’altro.

Fra le coperture facoltative offerte dai noleggi auto, troviamo la DER, Damage Excess Refund. Con questa particolare polizza si ha l’abbattimento totale o parziale della franchigia.

La DER non è sottoscrivibile per le auto di lusso e non si applica per i danni provocati quando:

  • si guida sotto gli effetti di droghe o alcol, guida irresponsabile o utilizzo improprio dell’auto;
  • alla guida ci sono conducenti non registrati nel contratto di noleggio;
  • si riscontra una guida pericolosa, oppure in strade non asfaltate.

Il massimale

Al massimale bisogna prestare molta attenzione quando si stabiliscono gli accordi con l’assicurazione o con il noleggiatore.

Il massimale, infatti, è la cifra massima che l’assicurazione è disposta a pagare in caso di incidente. Oltre quel limite è l’assicurato a rispondere in prima persona e di tasca propria per tutti i danni prodotti.

Si tratta di un’evenienza infausta dalla quale è possibile anche cautelarsi in qualche modo, ma solo e si è disposti a pagare premi molto alti.

In ogni modo, qualsiasi cifra si possa concordare con l’assicurazione, in caso di sinistri gravi, con morti o feriti, il calcolo dei danni patrimoniali, biologici e morali predisposto dalla magistratura darà una cifra che sarà sempre più alta del massimale stabilito.

Di solito il danno patrimoniale è calcolato in proporzione al reddito di cui la persona infortunata è stata privata e, quindi, può essere anche molto ingente. Infatti, oggi i massimali minimi sono di un milione di euro per i danni alle cose e di cinque milioni di euro per i danni arrecati alle persone.

Al superamento di questi massimali concorrono solo le spese dovute alle vittime dell’incidente. Non rientrano nel conteggio le spese per accertare la responsabilità, come ad esempio parcelle legali o spese di tribunale.

Il massimale in Italia

Si ricorda che, anche se molte compagnie dietro il pagamento di un premio molto alto, coprono tutti i danni senza tenere conto di una cifra massima, il massimale previsto per legge in Italia è uno tra i più bassi di tutta l’Unione Europea.

Si spera che nel prossimo futuro, per armonizzare la nostra legislazione con quella comunitaria, i massimali possano essere innalzati a tutto vantaggio per i consumatori.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Assicuratu.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons
Loading...