Loading...

Andare all’estero in auto: le precauzioni e i documenti

Andare all’estero in auto le precauzioni e i documentiAndare all’estero in auto può essere molto divertente. Ma per non trasformare una bella esperienza in uno stress continuo, è bene prepararsi al meglio non lasciando nulla al caso.

Ecco qualche consiglio per andare all’estero in auto viaggiando sicuri.

Precauzioni

Quando si parte per un Paese straniero, oltre alle precauzioni di rito che impongono eventuali vaccini o altre azioni volte a salvaguardare l’incolumità fisica, è bene informarsi sulla situazione politica del Paese.

Queste informazioni si possono trovare sul sito viaggiaresicuri.it realizzato dal Ministero degli Affari Esteri.

Poi bisogna assicurarsi che la propria patente sia riconosciuta dal Paese ospitante. In caso contrario sarà necessario chiedere quella internazionale.

Controllare l’efficienza del veicolo, la validità dei documenti e non sarebbe male eseguire una ricerca logistica per fare una mappatura dei rifornimenti di GPL o di metano.

E’ molto consigliato sottoscrivere un’assicurazione viaggio del tipo polizza tutto compreso. Queste assicurazioni di solito offrono assistenza in viaggio, coprono spese mediche, eventuali perdite di bagaglio e la responsabilità civile.

Una particolare attenzione va posta alla polizza sanitaria. Nei Paesi dell’Unione Europea, Svizzera inclusa, basta la tessera sanitaria italiana per ottenere assistenza medica nelle strutture sanitarie statali locali.

In molti Paesi extra europei, come Cuba, la polizza sanitaria è obbligatoria. In altri come gli Stati Uniti, è altamente consigliata visto i costi altissimi della sanità locale.

Chi soffre di allergie o di patologie che richiedono medicine particolari,deve ricordare di metterle in valigia perché potrebbe non trovarle all’estero.

Prima di partire informarsi sui limiti di velocità e sul codice della strada in vigore nel Paese in cui ci si reca.
Il consiglio di guidare con cautela è sempre valido, ma diventa un imperativo categorico in un Paese in cui lo stile di guida potrebbe essere diverso da quello cui si è abituati.

Assicurarsi di avere a bordo un estintore, un kit di primo soccorso, una borsa degli attrezzi, il triangolo di segnalazione e le chiavi di riserva dell’auto da conservare in un posto che non sia il veicolo stesso.

Accertarsi che il proprio bancomat consenta prelievi in tutto il mondo. Se si prevedono spese extra, verificare i massimali della propria carta di credito e, per un’eventuale maggiore disponibilità all’estero, chiedere alla propria banca di aumentarli.

Documenti necessari

Oltre al passaporto e alla carta d’identità valida per l’estero di tutti i passeggeri a bordo, servono:

  • Documenti del veicolo.
  • Patente italiana. Questo documento basta per viaggiare nei Paesi dell’Unione Europea, in altri paesi d’Europa con esclusione della Federazione Russa e molti altri Paesi extra europei.
  • Patente internazionale. Serve per tutti i Paesi che non hanno sottoscritto le apposite convenzioni con l’Italia. L’elenco di questi Paesi si richiede al Dipartimento dei Trasporti Terrestri.
  • Carta Verde. E’ il Certificato Internazionale di Assicurazione che non serve per i Paesi europei, ma è necessario per tutti gli altri.
  • La delega a condurre. Nel caso l’auto guidata non sia di proprietà, è necessaria la delega a condurre all’estero. Questo documento è rilasciato dal proprietario del veicolo per un periodo definito e deve essere autenticato da un Notaio o dal Comune di residenza.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Assicuratu.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons
Loading...